Lodge surrounded by greenery
Hôte : Fiorello
Fiorello est l'hôte.
4 voyageurs
1 chambre
3 lits
1 salle de bain
4 voyageurs
1 chambre
3 lits
1 salle de bain
Vous ne serez débité que si vous confirmez

The lodge is sorrounded by the peace of a conifer-wood. It is ideal for restful holidays, where the nature welcomes you with a sweet hug. Built of stone and wood,it developes on 2 floors with a kitchen, livingroom with wood stove, bedroom and garden.

Le logement

This typical stone and wood hut is completely refurnished in 2004. On the ground floor: living area with kitchen with wood stove and living room with table and sofa bed. On the first floor: sleeping area with one large double-room (two single beds on request available), one bathroom with shower. Heating by gas and wood. Covered verandah, ample equipped private garden, private parking place, doghause with fencing. Covered area for the mobile phones.

Accès des voyageurs

Guests have access to a large and private garden surrounding, completly enclosed.

Échanges avec les voyageurs

I manage with my family the agritourism of the area, where you can taste our local products.
We offer to our guests of the lodge a discount of 10%.

Autres remarques

Open all year round, the minimum stay required is 3 days (2 nights). The price includes weekly clean linen, firewood, gas, electricity and water consumption, and final cleaning. Pets are welcome.


Équipements
Cuisine
Télévision
Produits de base
Chauffage

Règlement intérieur
L'entrée dans les lieux se fait à partir de 15:00
Départ avant 10:00

Annulations

1 commentaire

Profil utilisateur de Alvise
janvier 2017
La baita si trova nei pressi del passo della Fricca, a circa 1000 metri di altezza, sotto la strada principale, cui si accede dal Bar Sindech. Noi siamo arrivati agevolmente con una Fiesta, e abbiamo incontrato subito l'host, che risiede nella vicina Centa San Nicolò. Noi siamo stati qui a cavallo di capodanno, tempo molto bello e freddo. La baita è tutt'altro che spartana, ha un piano terra con cucina e soggiorno, un televisore e una cucina a legna che fa anche da stufa e riscalda l'ambiente in pochissimi minuti, insieme a un riscaldamento tradizionale che rende subito l'ambiente confortevole. Al piano superiore c'è una stanza con un letto matrimoniale e due letti a castello, perfetta per una famiglia. Il bagno ha una doccia e il bidet, quindi siamo in pieno standard cittadino, nonostante in mezzo al bosco, ma occorre portarsi un asciugacapelli. Anche delle ciabatte da casa, perché il suolo al piano terra è freddino. L'acqua corrente è potabile. Nella stagione invernale, il sole sorge di fronte alla porta di casa e poi gira dietro la montagna intorno alle 13, quindi la mattina c'è molta luce, e si può anche prendere il sole sulle sdraio. La posizione è ottima: siamo all'interno della rete sentieristica della Vigolana. Se non si vuole prendere la macchina, si può salire di fronte alla casa (pochi minuti) per raggiungere un promontorio circondato da strapiombi, che è stato rifugio di gruppi celti e reti in epoca preistorica (Dos del Poster). Uscendo dalla porta si può anche scendere verso destra per ammirare l'orrido del Sindech dal basso, in pochi minuti si raggiunge il fiume sottostante (torrente Centa) che poi scava la valle. La strada, probabilmente una vecchia carrareccia di accesso al fiume, è chiusa da una sbarra ma si percorre facilmente a piedi. Se invece scendete verso sinistra, potete visitate i masi sottostanti, dove troverete anche qualche animaletto non selvatico (capre e asinelli). La rete di sentieri è ben segnalata e consente agevolmente di decidere la lunghezza della passeggiata, con salite e discese non troppo impegnative. Noi siamo anche arrivati fino ai Frisanchi, un agglomerato di masi e costruzioni molto caratteristico. Se invece avete voglia di salire, basta arrivare al bar e attraversare la strada. Troverete il sentiero per salire al rifugio Casarota, un'ascesa impegnativa, dato che si tratta di 500 metri di dislivello in poco più di 2,5 km. Duro all'inizio e durissimo verso la fine, il premio finale è un ottimo pranzo (rifugio aperto tutti i weekend). Se poi avete voglia di avventura potete salire fino al becco di Filadonna (3 ore di ascesa), che costituisce la cima più alta dei dintorni, visibile da Trento. Gli alimentari più vicini sono a Centa oppure a le Carbonare. Con la macchina ci si arriva in pochi minuti, a piedi però sono troppo lontane. A Centa c'è anche un ambulatorio medico con i medici locali che fanno dei turni con gli altri paesi dell'altopiano. Tutto l'altopiano della Vigolana merita una visita, dal fondovalle del Centa (cascata Vallimpach)...
Profil utilisateur de Fiorello
Réponse de Fiorello :
Grazie Alvise dell'ottima recensione, siamo lieti di avervi avuti come ospiti nella nostra baita, speriamo di rivedervi ancora tra le nostre stupende montagne.
janvier 2017

Centa San Nicolò, ItalieMembre depuis septembre 2015
Profil utilisateur de Fiorello
Io e la mia famiglia gestiamo l'Agritur Martinelli nel paese di Centa San Nicolò. Offriamo prodotti locali preparati con frutta e verdura coltivata da noi. Produciamo la farina di mais con la quale prepariamo la polenta, piatto tipico trentino, accompagnata dal coniglio del nostr…
Taux de réponse : 100%
Délai de réponse : Dans la journée

Le quartier

Logements similaires